i festival i diari, l’armi gli amori (e le ossessioni)

* Sul sito di Minimondi è on line il breve diario aquilano in cui racconto l’esperienza dell’incontro con i ragazzi della scuola media Dante Alighieri e dell’Itis nell’ambito del festival L’Aquila Fenice: qui.

* Circa Il cavedio, ieri sera ero a parlarne a Roma alla Slowfesta d’autunno e intanto Francesca e Mascia facevano lo stesso a Imola per Un libro di domenica (essere ovunque e contemporaneamente, ovvero ciò che viene richiesto agli scrittori: materia in cui è avvantaggiato chi scrive un libro a più mani). Sempre Mascia e Francesca il 15 ottobre hanno registrato una bella intervista su Radio Tre per la trasmissione Libri a Nord Ovest: il podcast è ora on line qui.

* La settimana scorsa ho visto Scialla! di Francesco Bruni. M’è piaciuto e l’ho rubrichizzato qui.

* «Voglio sposare Scott perché i mariti spesso sono troppo mariti e io ho bisogno di sposare un amante», Zelda Sayre in Fitzgerald. Se non vi basta questa, come quarta di copertina, ve lo dico io: Superzelda è una delle letture più sfiziose degli ultimi tempi. Sarà che sono *lievemente* fissata e il graphic novel si va ad aggiungere a questo montarozzo:

navigaresenzatempomigliorareconl’età, i Blink 182 di quell’anno che vivevo in Germania e la slowfesta del 27 novembre

La mia recensione del martedì parla di Romeo, Giulietta, Verona Beach e del decennioepassa di differenza tra una prima e una seconda visione: buona lettura qui.

Anche la canzone e il video che canticchio da ieri sono del decennio scorso. Ho scoperto che anche i new ventenni la suonano con la chitarrina e m’è scesa tutta una lacrimuccia ricordando l’inverno in cui passava a ripetizione su MTV e io stavo lì a canticchiare turn the lights off carry me home.

Infine: domenica 27 novembre. Alle 19 sarò al Ke Nako di via dei Piceni (San Lorenzo) per una presentazione-reading del Cavedio nell’ambito della slowfesta d’autunno. See you.