#nonsololibrario

Quando ho aperto il Librario dell’Avvento un po’ lo prevedevo: 24 giorni sono assai, ma pur sempre un numero finito.
Per cui, mentre all’undicesimo giorno parlo del Librario a Rai Letteratura con la magliettina fitzgeraldiana fresca di fiera e le vocali che sapete, mi son scappati altri due consigli di strenne.
Si trovano su due siti belli belli in modo assurdo e sono: una fiaba da piangere su Lenciclopop e un Saramago in versi sempre da piangere su Sad Books.

Invece per la serie #isacchidibabboNataledeglialtri, libri imperdibili e imperdibilmente consigliati in un post di Andrea Storti e in un altro post di un certo Chagall – defunto ma per fortuna non troppo.

Infine, direttamente da Più libri più liberi 2013, un album di minimum fax pieno di consigli subliminali. Tipo questo.

nadia terranova minimum fax

(duecosedue)

Uno, Piccoli maestri: lunedì alla biblioteca Elsa Morante di Ostia alle 10.30 leggo Le streghe di Roald Dahl, uno dei miei libri preferiti di sempre. Non l’avete letto? No? Ma siete matti? Recuperate subito, via. (Qui le prossime iniziative dei Pm).

Due, Librintesta: Giuseppe (aka Pino) Ierolli racconta a Rai Letteratura chi siamo, dove andiamo, cosa ci stiamo a fare. Mi son messa comoda e ho preso appunti anch’io. Enjoy it.