Malerba e la scoperta dell’alfabeto

Il prossimo faccia a faccia dei libri in testa è dopodomani, giovedì 5 marzo, con La scoperta dell’alfabeto di Luigi Malerba. Il libro l’ha scelto Michele Governatori, e infatti il testo della locandina è suo, ma Malerba l’abbiamo amato tutti l’anno scorso, con Salto mortale, quindi la decisione di fare il bis è stata presa all’unanimità.
Anzi, mi sembra il momento giusto per tirare fuori di nuovo il pezzo che avevo scritto su minima et moralia, con l’intervista ad Anna Malerba, che sarà presente alla serata.

Giovedì 5 marzo 2015, ore 19.15 Libreria Altroquando
Via del Governo Vecchio, 82/83 – Roma

L’ingresso è libero

http://www.ilibrintesta.it

Mansfield Park – I libri in testa

 

Giovedì 15 maggio 2014, ore 19.15

Libreria Altroquando
Via del Governo Vecchio, 82/83 – Roma

L’ingresso è libero
http://www.ilibrintesta.it

MansfieldPark1814

Ultima serata della stagione 2013/14 dei Libri in testa, qui la locandina. Sentite cosa scrive il nostro austenologo di riferimento:

Mansfield Park è forse il romanzo più complesso e sfuggente di Jane Austen, e sicuramente quello che nel tempo ha avuto le interpretazioni più diverse, da quella di conduct-book, ovvero di romanzo morale incentrato sulla figura senza macchia di Fanny Price, a quella di lavoro in cui si può rintracciare la più sottile vena ironica e parodica della scrittrice. D’altronde l’autrice teneva molto a questo romanzo, visto che dopo aver letto la recensione sulla “Quarterly Review” di Walter Scott a Emma (l’opera successiva pubblicata alla fine del 1815), una recensione molto lunga, articolata e sicuramente positiva, nella quale Scott aveva citato due dei romanzi precedenti: Ragione e sentimento e Orgoglio e pregiudizio, scrisse al suo editore: “Vi restituisco la Quarterly Review con molti Ringraziamenti. L’Autrice di Emma credo non abbia ragione di lamentarsi del trattamento ricevuto – salvo per la totale omissione di Mansfield Park. – Non può non dispiacermi che un Uomo così intelligente come il Recensore di Emma lo consideri talmente indegno di nota.”
In occasione del bicentenario della prima edizione, cercheremo di scoprire i segreti di questo romanzo, forse il meno popolare ma che alcuni considerano il capolavoro di Jane Austen.

Giuseppe Ierolli

 

lascari e papaveri

La seconda serata della stagione 2013/14 dei  Libri in testa è dedicata a Amitav Ghosh, alle avventure dei suoi navigatori, ai mille linguaggi che si incrociano sul mare, ai segreti alle storie e alle avventure dell’oceano indiano, insomma: a Mare di papaveri. Tutta colpa di quella lascara di Igiaba Scego, che l’ha proposto e ha scritto l’introduzione alla serata.
Siateci, vi aspettiamo.

Giovedì 23 gennaio 2014, ore 19.15
Libreria Altroquando
Via del Governo Vecchio, 82/83 – Roma
L’ingresso è libero
http://www.ilibrintesta.it

mare_di_papaveri_amitav_gosh_neri_pozza

«Il Manzoni era un signore, malato di nervi, un po’ fissato con la cioccolata… come conservatore ha fatto meno soldi di Moravia e Pasolini e Germi e Fellini…» (Gadda, 1960)

E insomma anche quest’anno ricomincia la stagione dei Libri in testa (ma come chi siamo?). L’autunno inverno 2013/14 prevede quattro serate, quattro faccia a faccia con quattro libri diversi, sempre alla libreria Altroquando di Roma (via del Governo Vecchio 82/83, bisogna entrare nella libreria generalista – non in quella di cinema, che è sempre Altroquando, ma quella di fronte – scendere le scale e finire al piano di sotto dove vi aspettano una graziosa saletta e un bar con birre artigianali alla mescita), tutte di giovedì alle 19.15.

Prendete l’agenda:
14/11/2013: I promessi sposi di Alessandro Manzoni
23/1/2014: Mare di Papaveri di Amitav Ghosh
6/3/2014: Salto mortale di Luigi Malerba
15/5/2014: Mansfield Park di Jane Austen (in occasione del bicentenario della prima pubblicazione)

Circa la serata con cui si inizia, la prossima settimana, la colpevole sono io e porterò fino in fondo la mia imperterrita convinzione che I promessi sposi sia un romanzo divertente e pop dove ci sono l’amore, l’avventura, la sfiga, praticamente tutte le figure retoriche delle lingua italiana e un numero interessante di personaggi ipercontemporanei. Difatti la locandina l’ho scritta scomodando Umberto Eco, e ho intenzione di tirar dentro anche Arbasino, Sciascia e Gadda. Vi tocca venire, ordinare da bere, sedervi comodamente, ascoltare, intervenire e poi decidere se battermi le mani o tirarmi le bucce di banane.


Faccia a faccia coi Promessi sposi
Giovedì 14 novembre 2013, ore 19.15
Libreria Altroquando
Via del Governo Vecchio, 82/83 – Roma
Ingresso libero
http://www.ilibrintesta.it

frontespizio promessi sposi