corvi al Pigneto, e ricci al di sotto delle aspettative

Molti anni fa, quando ero una giovanotta confusa alla ricerca di una casa e di una qualche forma di me stessa, scrissi un racconto su quello che sarebbe diventato il mio quartiere. Qualcuno l’ha ripescato e l’ha messo on line, quindi se volete sapere di cosa parlo quando parlo del duemilacinque, ecco come fu la prima volta che misi piede al Pigneto. La casa l’ho trovata. Circa me stessa, ho poi scoperto che non sarebbe stata una ricerca interessante e ho avuto il buon gusto di dedicarmi ad altro.

Ah, e se ‘sto racconto non vi piace o non vi interessa, sappiate che della sproporzione delle aspettative non ho colpa. Ho appena scoperto che dovete prendervela con la genetica. O con la tricologia.