Casca il mondo, a Messina

(da quiūüôā

Ore 17.30, libreria Doralice, via Consolare Pompea 429/431

La scrittrice messinese Nadia Terranova ci condurr√† attraverso le pagine del suo libro, il quale “nasce dall‚Äôidea che ci sono momenti in cui si perdono le parole e tocca ai bambini andarsele a riprendere”. L’autrice ci racconter√† come √® nato questo testo e quale grande fatica e passione hanno guidato la gestazione di una tematica cos√¨ difficile: spiegare ai bambini la guerra e il terremoto, coniando per bocca dei suoi piccoli protagonisti, la parola “guerremoto”.
La partecipazione al laboratorio √® gratuita e aperta a tutti ma √® necessario l’acquisto del volume presso la libreria per poter lavorare sul testo.
A coloro che hanno acquistato il pacchetto intero delle officine il volume verr√† dato in omaggio dall’associazione.
Gradita conferma entro lunedì 27 febbraio a terremotidicarta@gmail.com

Casca il mondo

Casca il mondo esce oggi per Mondadori: √® un libro breve che ha avuto una gestazione lunga, come spesso¬†succede ai miei.¬†Nasce nel centro storico dell’Aquila (mai nominata, ma con me¬†mentre scrivevo) fra¬†il 2011 e il 2012, ¬†un periodo in cui ci andavo spesso; nasce dal guardare¬†case vuote in una citt√† spopolata, dall’immaginare cosa succede a quelle case quando chi ci abitava non pu√≤ abitarle pi√Ļ. Nasce dopo che¬†√® stata distrutta Palmira, mai chiamata¬†neppure lei se non come “citt√† bianca”. Nasce dall’idea che ci sono momenti in cui si perdono le parole e tocca ai bambini andarsele a riprendere. Nasce per Oscar, l’amico a cui √® dedicato e a cui ho rubato il nome: lui sa chi √®.
Un anno fa questa favola¬†ha¬†incontrato lo sguardo attento di una editor che ha creduto subito in lei, e ha voluto combinare¬†le mie parole con le illustrazioni della bravissima¬†Laura Fanelli. La scorsa primavera Laura ha lavorato per dare¬†visi e corpi¬†a Oscar, Dulcinea, Golan e soprattutto al¬†coccodrillo, il vero protagonista del racconto. A fine¬†luglio abbiamo chiuso le bozze e la copertina, consegnando il nostro lavoro¬†al tempo sospeso della tipografia. Fra quel giorno¬†e oggi c’√® stata in Italia la notte del 24 agosto. Cos√¨ accade, a chi l’ha scritto, che il proprio¬†libro¬†cambi peso e forma pur essendo rimasto¬†lo stesso, e diventi pi√Ļ difficile e doloroso volergli bene. Restano i sorrisi di tre bambini, insieme alla coda mattacchiona del coccodrillo che li ha aiutati a salvarsi.

casca-il-mondo
Casca il mondo

La paura provata il giorno in cui un terremoto gli ha portato via la casa √® stata cos√¨ forte che Oscar da allora non parla pi√Ļ. Un giorno incontra Golan. Lui ha perso la speranza da quando ha attraversato il mare in barca per scappare da una guerra. C’√® una sola parola che pu√≤ spiegare i silenzi di entrambi ed √® “guerremoto”.