Kafka e I libri in testa

“Puoi tenerti lontano dai dolori del mondo, sei libero di farlo e risponde alla tua natura, ma forse proprio questa tua astensione è l’unico dolore che potresti evitare.”
Scegliere una, una solamente, fra le frasi di Kafka, è stato come avere di fronte la biblioteca di Alessandria e avere la possibilità di salvare un solo libro. Per questo motivo ho aperto a caso gli “Aforismi di Zürau” e ho lasciato che decidesse la sorte. Ci sono cento Franz Kafka, e tuttavia è un solo scrittore quello al quale pensiamo da ogni angolazione, il suo viso compare nitido, indimenticabile, ferocemente autentico, succube e signore della sua vita e di una nuova letteratura. Il dolore, la trasformazione, la consapevolezza, la tragedia, la doppiezza, l’errore, la debolezza, la potenza e il grottesco: non c’è nulla di umano che gli sia stato estraneo. Quando ho proposto ai Libri in testa di dedicare una serata a Kafka mi hanno guardato come si guardano i pazzi: ma TUTTO Kafka? Aforismi, romanzi, racconti, lettere…? Sì, tutto. E non astenetevi: è l’unico dolore che potreste evitare.
Signori: se i libri sono un’ascia per rompere il mare di ghiaccio dentro di noi, ciascuno porti il suo. Il suo libro, la sua ascia. C’è stato uno scrittore che di asce ne ha schierate cento sul tavolo, tocca a noi, e a voi, farne uso.

kafka

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...