Il Codice siciliano di Stefano D’Arrigo

Un siciliano emigrante, un siciliano che da Alì Marina, un borgo messinese, ha risalito la penisola verso Roma, porta con sé il desiderio di forgiare un “codice” della propria origine. Si tratta di uno scrittore che dedicherà tutta la vita restante a un’opera grandiosa, una sorta di poema in prosa, dentro il quale racchiudere le gesta del mare, dei suoi abitatori, siano essi bestie o esseri umani, e di una Storia maligna e fagocitatrice.

Così comincia l’introduzione di Silvio Perrella a questa nuova (finalmente!) edizione di Codice siciliano, il primo libro di poesie dell’autore di Horcynus Orca. “È il suo primo libro, ma non sono le sue prime poesie” precisa D’Arrigo raccontandosi nella biografia che accompagna la prima edizione, stampata da Vanni Scheiwiller – la seconda uscirà per Mondadori nel 1978 – per sottolineare il lavoro di selezione e cura che c’è dietro il suo esordio. Questa terza edizione, a soli sei euro, esce in questi giorni per Mesogea, splendida casa editrice messinese che si occupa di culture mediterranee, e dunque di fatto torna a casa. Ma D’Arrigo non è un poeta siciliano, D’Arrigo è di tutti e scrive a tutti, in un italiano meraviglioso. Sono versi che raccontano una madre con un nome che è già letteratura (Agata Miracolo), la migrazione, la Sicilia classica e greca. E il mare, che potrebbe essere lui stesso e non solo il libro in questione quello che D’Arrigo definisce “questo lontano principio / del nostos horcyniano”.

Quest’anno la traversata di ‘Ndria Cambria compie quarant’anni e Horcynus Orca, il capolavoro sullo Stretto diventa uno splendido quarantenne. Davide Orecchio ha scritto questo articolo di auguri, io consiglio di correre in libreria e non farvi mancare questo piccolo libro accanto al titanico fratello maggiore.

Codice siciliano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...