e quindi è diventato scrittore

E quindi è diventato scrittore… Bravo! Ogni tanto tornerà per le vacanze, magari per vedere i suoi, ci criticherà ferocemente perché lui vive nella “civiltà”… Ma una cosa non sa ancora, che questa terra come la Ionia di Eraclito e Anassagora è magica e richiama sempre coloro che le appartengono come se esercitasse un diritto, la legge dell’appartenenza.
E anche per lui un giorno inevitabile il ritorno.
Sarà il clima, la luce, l’aria…
Comunque. Una granita di mandorla!

Manlio Sgalambro (Lentini, 9 dicembre 1924 – Catania, 6 marzo 2014).

2 thoughts on “e quindi è diventato scrittore

  1. Non si potrebbe esprimere meglio di così l’essenza di questa terra… Ciao Nadia, sono Vania, ci siamo conosciute anni fa a Roma, tramite Serena e Maurizio, io allora vivevo ancora a Firenze…Mi mandasti un libro in cui uno dei racconti era tuo (Fiocco rosa), ricordi? Non ti ho mai ringraziata direttamente, ne approfitto per farlo: Grazie mille per aver condiviso anche con me il tuo esordio! Adesso vivo a Catania, chi l’avrebbe mai detto? Io no di certo! Non era nei miei piani. Da Trapani mi trasferisco a Palermo, poi giri vari e Firenze…per poi tornare in Sicilia, per amore…o per quella legge di appartenenza? Mah, la vita ci fa fare giri strani, a volte, per tornare più o meno da dove sei partita, ma assolutamente cambiata! Ho scoperto da pochissimo il tuo blog, per caso, mentre leggevo di Bruno. Quando mi sono imbattuta nel nome dell’autrice, mi ricordava qualcosa…Dalla foto sul blog ti ho riconosciuta. Da allora spesso faccio un salto a leggere i tuoi interessantissimi post. Complimenti! Mi piace tantissimo la tua scrittura! Quando ci siamo incontrate mi dicesti che la tua aspirazione era di diventare scrittrice… sono felice di leggere che adesso lo sei! Un abbraccio, Vania

    1. Grazie Vania, anch’io ci ho messo qualche minuto a focalizzare ma poi sì, mi è sembrato ieri. Felice di sentirti e di saperti all’ombra (magica) del vulcano, nonché frequentatrice di questo blog dove sei la benvenuta. Grazie, è stato un po’ difficile imbarcarmi nell’impresa ma mi pare che nonostante tutto ne sia valsa la pena. Un abbraccio a te, keep in touch.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...