«Il Manzoni era un signore, malato di nervi, un po’ fissato con la cioccolata… come conservatore ha fatto meno soldi di Moravia e Pasolini e Germi e Fellini…» (Gadda, 1960)

E insomma anche quest’anno ricomincia la stagione dei Libri in testa (ma come chi siamo?). L’autunno inverno 2013/14 prevede quattro serate, quattro faccia a faccia con quattro libri diversi, sempre alla libreria Altroquando di Roma (via del Governo Vecchio 82/83, bisogna entrare nella libreria generalista – non in quella di cinema, che è sempre Altroquando, ma quella di fronte – scendere le scale e finire al piano di sotto dove vi aspettano una graziosa saletta e un bar con birre artigianali alla mescita), tutte di giovedì alle 19.15.

Prendete l’agenda:
14/11/2013: I promessi sposi di Alessandro Manzoni
23/1/2014: Mare di Papaveri di Amitav Ghosh
6/3/2014: Salto mortale di Luigi Malerba
15/5/2014: Mansfield Park di Jane Austen (in occasione del bicentenario della prima pubblicazione)

Circa la serata con cui si inizia, la prossima settimana, la colpevole sono io e porterò fino in fondo la mia imperterrita convinzione che I promessi sposi sia un romanzo divertente e pop dove ci sono l’amore, l’avventura, la sfiga, praticamente tutte le figure retoriche delle lingua italiana e un numero interessante di personaggi ipercontemporanei. Difatti la locandina l’ho scritta scomodando Umberto Eco, e ho intenzione di tirar dentro anche Arbasino, Sciascia e Gadda. Vi tocca venire, ordinare da bere, sedervi comodamente, ascoltare, intervenire e poi decidere se battermi le mani o tirarmi le bucce di banane.


Faccia a faccia coi Promessi sposi
Giovedì 14 novembre 2013, ore 19.15
Libreria Altroquando
Via del Governo Vecchio, 82/83 – Roma
Ingresso libero
http://www.ilibrintesta.it

frontespizio promessi sposi

2 thoughts on “«Il Manzoni era un signore, malato di nervi, un po’ fissato con la cioccolata… come conservatore ha fatto meno soldi di Moravia e Pasolini e Germi e Fellini…» (Gadda, 1960)

  1. A prescindere, cara, batto le mani. Ho la tua stessa convinzione sui Promessi Sposi fin dalla mia frequentazione scolastica, quando con la mia inseparabile amica del cuore nonché compagna di banco passavamo ore a leggere il romanzo ad alta voce, quasi recitandolo, a studiarne ogni dettaglio metaletterario, e ci facevamo interrogare incessantemente.
    Stessa sorte capitò con la Divina (Commedia) e con varie altre opere/autori che non sto ad enumerare, considerato che alcune di queste mie passioni di carta sono ormai pubbliche. Sì, ho sempre avuto un lato fanatico-letterario molto spudorato.

    P.S. il suddetto lato fanatico mi spingerà verso Roma in occasione del Bicentenario che hai citato.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...