(poi hanno preso il cugino)

Scrivere non serve a niente. Forse solo a essere ricordati un giorno con parole del genere. Cordialmente vostra, distratta e timidissima.

«Lucio Piccolo risultò la vera rivelazione del convegno. Più che cinquantenne, distratto e timidissimo come un ragazzo, sorprese e incantò tutti, anziani e giovani, la sua gentilezza, il suo tratto da gran signore, la sua mancanza assoluta di istrionismo, perfino l’eleganza un po’ démodée dei suoi siciliani abiti scuri. Dalla Sicilia era venuto in treno: facendosi accompagnare da un cugino più anziano [Tomasi di Lampedusa, NdR] e da un servitore».

Giorgio Bassani, Introduzione al Gattopardo, 1958

prima edizione nell'economica, decima ristampa
prima edizione nell’economica, decima ristampa

One thought on “(poi hanno preso il cugino)

  1. Lucio Piccolo me lo ricordo ritratto in una foto di Scianna, se non ricordo male. Aveva un aspetto asciutto asciutto…Ecco, forse scrivere aiuta a ricordare certe cose semplici e certe persone gentili, che altrimenti verrebbero schiacciate da istrioni e cugini vari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...