non è forse il litigio la misura dell’amore?

Una cosa che mi rincuora, in mezzo all’invasione di telefoni cellulari che affligge il quartiere di Manhattan, è che a volte, fra gli zombie messaggianti e gli organizzatori di eventi che blaterano sui marciapiedi, mi capita di sentire qualcuno che sta avendo una bella lite come Dio comanda con la persona amata. Sono certo che quella persona preferirebbe non litigare sulla pubblica via, eppure gli sta succedendo, e si sta comportando in maniera per nulla distaccata. Grida, accusa, supplica, insulta. Queste sono le cose che danno speranza.

Jonathan Franzen, Più lontano ancora, Einaudi

11 thoughts on “non è forse il litigio la misura dell’amore?

  1. Oh, sì. Solo che l’ultima volta che ho litigato come Dio comanda era perché lui si sta trasformando progressivamente in uno zombie messaggiante (oltre che ruzzleante). Quindi, c’è speranza o no?

  2. sì, d’accordo, ma non è che poi uno ci prende gusto a litigà per i quartieri…mica stiamo a nuova york noi…e poi da noi si creano subito arene televisive live, in streaming. In un attimo e sei in onda!
    comunque bella l’ultima riga sulla speranza.
    cià

  3. Vabbè, a questo punto mi leggo tutto il libro, no? il pezzo l’ho letto, quello che hai postato, e mi piace l’idea che muove lo scritto. Sempre che io l’abbia intuita bene.
    grazie per la dritta, comunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...