from Sicilia to Bruno (domeniche e talismani)

Qualche giorno fa uno dei miei editori mi ha spedito le copie del nuovo libro, quello travestito da romanzo per pulzelli che sta per arrivare a casuccia mia e a breve in libreria.

Intanto, sempre qualche giorno fa, qualcuno mi ha mandato via email una recensione del libro precedente. Succede spesso, ogni tanto io e l’editore (o meglio, io e Paolo Cesari, che ha seguito tutta l’avventura editoriale di Bruno) ci perdiamo le segnalazioni, poi qualcuno caritatevolmente informa e nel migliore dei casi invia. Sono passati quattro mesi da quando è uscito e sono successe un po’ di cose, da Fahrenheit all’incontro con Grossman, dal documentario sulla Deutsche Welle all’omaggio a Schulz alla Biblioteca Europea con Cataluccio, e poi scuole, biblioteche, fiere, librerie: ho parlato di Bruno ovunque mi abbiano invitata e la cosa più riuscita per me è che ovunque chi non conosceva Schulz ha voluto conoscerlo, che in quasi tutte le librerie on line, accanto alla scrittina *chi compra questo libro ha comprato anche* oggi accanto al mio libro compare quasi sempre Le botteghe color cannella.

“Certo, sarà un libro difficile” commentavano tutti, un libro che parla di vita e di morte e che vuole farlo in maniera diretta anche con i bambini. Incontrare le scuole, soprattutto le elementari, che avevano lavorato sul libro e mi accoglievano con pensieri, disegni, riflessioni, canzoni, è stato sorprendente. Questo “libro difficile” ha quasi esaurito la prima tiratura ed è già stato venduto in Spagna, dove uscirà per A buen paso il prossimo anno. L’agente dice che l’editore spagnolo ne è entusiasta, e sapeste io. Eppure, anche se a cinque mesi un libro è già editorialmente vecchio, qualcosa mi dice che non ha ancora smesso di dire quello che deve dire. “Bruno è un maratoneta e ha appena cominciato”, mi ha detto qualcuno sintetizzando quello che penso, o meglio che spero.

E insomma, qualcuno mi ha mandato questa recensione, che è uscita sulla Sicilia il 28 aprile. Di solito, per Bruno, non ho messo le recensioni sul blog, la rassegna stampa completa è qui dove deve stare. Però ieri, quando l’ho letta, m’è venuta voglia di condividerla, perché, lo ammetto, m’ha un po’ commossa. E perché oltre che del libro parla un po’ anche di me e allora ecco, mi piacerebbe che mi facesse da talismano fra Bruno e Agata.

3 thoughts on “from Sicilia to Bruno (domeniche e talismani)

  1. Guarda, Bruno rimane uno dei libri più belli che io abbia letto nell’ultimo anno e mezzo. E non parlo di soli libri per bambini e ragazzi.
    E dico di più. Per fortuna che esistono autori come te ed editori come OrecchioAcerbo che pubblicano libri per bambini considerati ‘difficili’, perché il mio parere è che si tenda eccessivamente a considerare i bambini come creature da proteggere da qualsiasi tematica ‘forte’. Non è così. Non deve essere così.
    Quindi davvero grazie, per tante, tante, tante cose!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...