il meglio della rete #14 e blablabla

  • Librerie indipendenti e librerie di catena: non ne potete più di quelli che vanno sostenendo contrapposizioni manichee? Ecco cosa ne pensa un’intelligente e libera “piccola” libraia;
  • per tutti quelli che come me conducono una battaglia contro la concezione fallometrica della letteratura, di cui ho già parlato (“questo testo non è abbastanza grosso quindi non lo pubblichiamo/non lo leggiamo”), scoprire questo blog dedicato ai libri brevi sarà una goduria;
  • volete fare una vacanza in Sicilia? Vi invidio, innanzitutto, è l’isola più bella del mondo. Mica sarò di parte. Comunque, a parte chiedere consiglio a me che non ci abito da quasi dieci anni, mettetevi quest’ottimo portale tra i preferiti;
  • e per concludere: Mabel Normand. Che c’entra? Nulla. Ma se non la conoscete merita. E ha i capelli che ho io per ora.

il meglio della rete #13 eccetera

Trieste [come certe scrittrici] ha una scontrosa grazia (Umberto Saba & Nadia Terranova)

Su FucineMute, un’intervista di Lorenza Pravato a Francesca Bonafini svolta nel cuore di Trieste, dove la collega Francesca aveva presentato agli inizi di marzo l’antologia che abbiamo curato insieme, Scrittori in cucina, Jar edizioni.
Si parla anche dell’antologia Quote Rosa (Fernandel 2007), del nostro romanzo Il cavedio (Fernandel, in uscita a giugno 2011) e dei progetti di Francesca da solista.
E ci trovate dentro una nostra foto parecchio soleggiata e divertita.