Sciascia, il brigadiere e gli scrittori siciliani

“Il brigadiere cominciò a fare il suo lavoro di osservazione in funzione del rapporto scritto che gli toccava poi fare: compito piuttosto ingrato sempre, i suoi anni di scuola e le sue non frequenti letture non bastavano a metterlo in confidenza con l’italiano. Ma, curiosamente, il fatto di dover scrivere delle cose che vedeva, la preoccupazione, l’angoscia quasi, dava alla sua mente una capacità di selezione, di scelta, di essenzialità per cui sensato ed acuto finiva con l’essere quel che poi nella rete dello scrivere restava. Così è forse degli scrittori italiani del meridione, siciliani in specie: nonostante il liceo, l’università e le tante letture”.

Leonardo Sciascia, Una storia semplice

3 thoughts on “Sciascia, il brigadiere e gli scrittori siciliani

  1. Riflessione interessante. Solo che non ho capito il finale: “nella rete dello scrivere restava” significa che le cose sensate e acute le scriveva o restavano nella sua mente? E poi, comunque, rimane oscuro il perché “Così è forse degli scrittori italiani del meridione, siciliani in specie.”; mi dà l’idea di un sillogismo, sia pure ipotetico, senza il secondo termine. Ma forse per capire bisogna leggere il resto.

    1. Quel “restava” l’ho pensato subito, e anche ora rileggendo, come un “depositava” e dunque per me: le scriveva.
      Mi interesserebbe capire meglio la tua interpretazione sillogistica dell’ultima frase, mi diverte ma ho la sensazione di non averla afferrata del tutto.

      1. Deriva dalla mia forma mentis. Il secondo termine, inespresso, è: “dato che gli scrittori meridionali, siciliani in specie, si trovano spesso di fronte le preoccupazioni e l’angoscia del brigadiere, allora…” Però io non amo queste attribuzioni date per scontate. La famosa frase del “Gattopardo” (cambiamo tutto per non cambiare niente) l’ho sempre considerata non legata alla sicilianità (che, come tutte le -ità, mi sfugge), ma universale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...